presS/Tletter
 

CARTOLINE di Renato Nicolini

CARTOLINA ITALIA FUTURA
Indovinala grillo!
 
CARTOLINE HERZEN
1.
La personalità definita e chiusa dell’uomo occidentale, mentre all’inizio ci sorprende con la sua specializzazione, ci sorprende poi per la sua unilateralità. Egli è sempre soddisfatto di sé, e la sua suffisance ci urta; sempre memore delle sue mire personali, la sua posizione in genere non è indipendente, e i suoi costumi si conformano a quelli di un ambiente meschino. (…) L’uomo occidentale non si trova nella sua condizione normale: sta mutando pelo. Le rivoluzioni fallite lo soffocano, perché nessuna di esse lo ha modificato, mentre ognuna ha lasciato la sua impronta e gli ha confuso le idee; intanto, il cavallone della storia, secondo l’ordine naturale, ha trascinato in primo piano lo strato limaccioso della piccola borghesia…
(Il passato e i pensieri, pag.518)
2.
Il festeggiare è conforme a una vita pienamente vissuta, mentre la gente sobria è di solito arida ed egoista.
(op.cit. pag.519)
 
CARTOLINA LEONARDO RICCI
La quinta edizione del premio Bruno Zevi è stata assegnata al (bel) saggio di Maria Clara Ghia: “BASTA ESISTERE.  Leonardo Ricci:  il pensiero e i progetti per le comunità”. Fin dal titolo, che  collega direttamente Ricci all’esistenzialismo di Sartre (e di Camus, che per certi versi gli assomiglia moralmente) il punto di vista e la tesi principale sono evidente. Leonardo Ricci non è stato soltanto uno dei grandissimi architetti italiani del dopoguerra, ma anche un uomo di cultura, un pensatore, che si rifiutava di credere all’architettura puro gioco di forme. L’architettura è pensiero e progetto che si traduce in forma. A quando finalmente una ristampa dell’ “Anonimo del XX secolo”?
 
CARTOLINA LA DISCARICA A VILLA ADRIANA
Parabola di un Presidente, dall’Alleluja di Haendel a “er monnezza”.

Leave A Response