presS/Tletter
 

Nei Giardini in terrazza dell’Auditorium germogliano talenti – di Claudia Alessandro

Ecco un evento dedicato al design da giardino organizzato nelle terrazze dell’Auditorium Parco della Musica.

I giovani di M.U.D.Arch (associazione culturale, che promuove l’architettura e il design attraverso l’uso di materiali e tecnologie sostenibili e a basso impatto ambientale) colpiscono per l’entusiasmo dimostrato nell’approccio con i visitatori e la passione che tutto l’allestimento trasmetteva all’esterno (parole della giuria) al punto da classificarsi al primo posto nel premio dedicato alla memoria di Silvia Provera.

Il progetto punta sulla qualità dei prodotti, artigianali e realizzati con materiali semplici, e sul  riuso e l’originalità nonché sul coinvolgimento per la struttura principale dell’esposizione dei ragazzi del “bambuseto”, gestori di un canneto di bamboo in Versilia, grazie ai quali è stato possibile realizzare il progetto dell’installazione ed imparare qualcosa in più sulle qualità naturali e tecniche del materiali.

Notevole  la  lampada da appendere che, come un personaggio di Italo Calvino (Cosimo) , accoglie al suo interno una pianta che vive senza terra, la tillanzia, che si lascia  attraversare dalla luce tra le foglie filiformi.

Tutti i prodotti mostrano la capacità di creare ancora design originale e contemporaneo con materiali semplici e, soprattutto, ecologici. Da qui oggetti funzionali, amici della natura e intrisi di poesia.

Tra bamboo, led e orti contemporanei nei “Giardini in Terrazza” dell’Auditorium, germogliano talenti.

Leave A Response