presS/Tletter
 

Quando si dice che l’architettura è arte non si intende che l’architettura debba essere simile alla pittura o alla scultura.

Si dice solo che l’architettura, come tutte le altre attività del pensiero, sarebbe monca se non avesse una intenzionalità, una proiezione, una volontà estetica. In questo senso anche l’attività scientifica è arte, anche il design è arte, anche il vestire e il cucinare sono arte.

Una moderna consapevolezza estetica sa bene che non esistono arti minori e arti maggiori, ma solo arti tra loro differenti.

Esistono però opere maggiori e opere minori a seconda del valore estetico che ciascuna opera riesce a veicolare.

Una saliera, se disegnata da Benvenuto Cellini, può essere esteticamente molto più rilevante di una scultura disegnata dal Giambologna, se vogliamo restare a un celebre esempio che fece Giulio Carlo Argan in una pagina indimenticabile della sua storia dell’arte in cui definì la prima un monumento da tavola e la seconda una saliera da piazza.

Leave A Response