presS/Tletter
 

Intervista a Susanna Tradati_Nemesi&Partners: Premio PIDA Innovazione 2014 – di Roberta Melasecca

Nemesi-Partners_Mitologia-pop_ADM (9)Susanna Tradati e Michele Molè (immagine da www.admnetwork.it)

Il comitato scientifico del PREMIO PIDA ha conferito il PREMIO PIDA INNOVAZIONE 2014 a NEMESI&PARTNERS per aver sempre perseguito, pur in un ambiente difficile come quello italiano, i temi dell’innovazione e della sperimentazione di forme architettoniche ed in particolare per l’eccellente Padiglione Italia realizzato per l’Expo 2015 con tecnonologie all’avanguardia.

Nemesi&Partners è una società di servizi integrati di architettura guidata da Michele Molè e da Susanna Tradati. Fondata nel 2008, la società affianca l’attività di progettazione di Nemesi Studio, fondato nel 1997 da Michele Molè. Con i suoi oltre 1.000 mq Nemesi&Partners ha sede a Roma all’interno dell’ex Lanificio Luciani i cui spazi sono stati riconvertiti nel 2007 con l’intento di creare una cittadella dell’arte e dell’architettura. Nell’ottica di consolidamento dell’attività professionale su scala internazionale, nel corso del 2014 è prevista l’apertura di due nuove sedi, a Milano e a Shanghai.

Tra i principali progetti il Padiglione Italia Expo 2015, Milano, il National Creative Cluster, concorso internazionale su inviti, Beijing, Cina, la Musealizzazione e Riqualificazione Urbana dei Mercati Traianei, Roma e il Centro Polifunzionale e Religioso S. Maria della Presentazione, Roma.

Michele Molè si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza: in Nemesi&Partners ricopre il ruolo di direttore creativo. Susanna Tradati si laurea in Architettura presso il Politecnico di Milano: in Nemesi&Partners riveste il ruolo di responsabile delle relazioni esterne, anche in riferimento alle strategie di internazionalizzazione.

Nemesi&Partners_Museo di Arte Visigota_04Museo di Arte Visigota

Tre parole chiave per definire il vostro lavoro.

Tradati: Ricerca, innovazione, conflitto: la creatività scaturisce sempre dal conflitto e dal mettere in discussione quello che si è pensato il momento prima. Il nostro processo progettuale è un processo molto analitico in cui si avanza per momenti di crisi che vengono gradualmente risolti. Non è dunque un’idea, un’ispirazione che prende forma, ma è un percorso lungo che giunge ad un qualcosa di sorprendente e di non definito a priori.

La sfida del Padiglione Italia all’Expo 2015.

Tradati: Il Padiglione Italia è un progetto nato già nelle premesse iniziali con grande urgenza: tuttavia è sempre rimasto e lo è tuttora un work in progress. Affrontare la contingenza, la presenza del vincolo del punto di arrivo del Padiglione e la complessità di una situazione che coinvolgeva diversi soggetti è stata per noi una grande opportunità rispetto a quelli che sono normalmente i tempi di realizzazione di un progetto in Italia e non solo una difficoltà. Inoltre la presenza di schemi funzionali non troppo restrittivi, la sfida della risoluzione delle tematiche tecnologiche e la modificazione nel corso del tempo delle esigenze del cliente ci ha permesso di lavorare per step successivi, cercando di perfezionare ed approfondire il progetto iniziale. Sicuramente ora è un progetto migliore, di cui siamo soddisfatti.

ph Nemesi&Partners_Hainan international airportHainan International Airport

Visioni e realtà dell’architettura in Italia e all’estero: quali gli elementi che determinano la vostra identità italiana.

Tradati: Visione è una parola centrale, perché senza visione non c’è realtà. Il problema dell’Italia oggi è la mancanza di visione, una sorta di riduzionismo nell’approcio all’architettura, e del pensiero in generale, che è qualcosa che non appartiene alla tradizione del pensiero italiana: è questo, a mio modo di vedere, un atteggiamento di auto-tutela, da parte di certi protagonisti del pensiero architettonico, rispetto ad una non capacità di saper interpretare il nostro presente e il nostro futuro, come se ci volessimo rifugiare in qualcosa di già noto, avendo smarrito però quelli che sono i percorsi importanti affrontati dal nostro paese e che l’hanno reso unico nel passato. Oggi dobbiamo essere molto più presenti a noi stessi, comprendendo quello che sta succedendo nel resto del mondo, in cui numerose realtà stanno investendo proprio sulla visione del futuro. La ricerca di Nemesi è una ricerca che fa della consapevolezza e della sensibilità dell’essere italiani le proprie fondamenta, ma, allo stesso tempo, aspira ad una legittimazione internazionale. Oggi essere italiani significa anche essere parte di un contesto sociale, geografico e politico più ampio che è sinonimo di stimolo, contaminazione, arricchimento. Nemesi affonda le sue radici in quello che richiama il profondo senso dell’essere italiani e di quello che è il sentimento dello spazio proprio dell’italianità; ma contemporaneamente guarda alle istanze internazionali dell’architettura e dell’arte, cercando di farne propri gli elementi più interessanti.

Snam_ Nemesi&Partners_EniSnam

Tre parole per l’oggi e tre parole per il futuro.

Tradati: Come detto, una parola chiave, o meglio ancora, un buon punto di partenza è la consapevolezza della realtà in cui viviamo, non una dimensione chiusa dentro i confini geografici o culturali, ma una dimensione aperta agli stimoli globali. Essere consapevoli vuol dire anche saper gestire gli strumenti che si hanno a disposizione, soprattutto quelli dello spirito, della curiosità e della sfida continua, e con questi progettare il futuro. Come architetti abbiamo un unico obbligo: essere aderenti e fedeli al nostro presente per progettare il futuro; chi sa delineare nuovi scenari sa stare al passo con la propria epoca e può definirne gli orizzonti da traguardare. Questo è il nostro modo di vedere l’architettura: non vuol dire essere avanguardisti a tutti i costi ma cercare invece di restituire il significato del proprio tempo.

Chiunque faccia architettura in senso alto non può non raccogliere questa sfida.

ph Andrea Iemolo_S Maria della PresentazioneS. Maria della Presentazione

ph Luigi Filetici_Nemesi&Partners_15Mercati Traianei

ph Luigi Filetici_Nemesi&Partners_05Mercati Traianei

Le immagini sono state gentilmente concesse da Studio Nemesi.

Leave A Response