presS/Tletter
 

Cartongesso globale o muratura locale? – di Marco Ermentini

 

È il materiale preferito dagli architetti, semplice, sicuro, risolve tutti i problemi di geometria, di planarità, nasconde gli impianti, leviga le superfici, permette di creare nicchie che piacciono tanto, custodisce le preziose strisce a Led, insomma una bella comodità. La vecchia casa non ha bisogno di molto, un semplice lavoro a secco e via, tutto diviene liscio e nuovo. È un po’ come nascondere la polvere sotto il tappeto, ci si può dimenticare cosa c’è dietro.

Tuttavia , pensandoci bene, si tratta di una pratica che, gradualmente, può rivelarsi  molto pericolosa: le pareti in cartongesso globale  coprendo e annientando le murature in mattoni locale in realtà cancellano per sempre L’identità sensibile e materiale di un’ intera comunità. Non è un’ osservazione nostalgica ma forse, per completare le profonde  riflessioni di Luigi sulla tapezzeria, è giunto il tempo di interrogarci sull’etica del cartongesso.

Leave A Response