presS/Tletter
 

Il congiuntivo dell’architetto – di Marco Ermentini

Il congiuntivo è l’universo del dubbio, del forse, del possibile, dell’attesa, del desiderio, della speranza, di tutte le possibilità. Che cosa sarebbe di noi, se non potessimo contare su ciò che non esiste? Che cosa sarebbe di noi se non potessimo sognare di cambiare la realtà?

Pensandoci bene il congiuntivo è proprio la caratteristica del progetto di architettura. Certo sappiamo bene che in inglese, in spagnolo e in francese il congiuntivo non c’è più. Perché eliminarlo anche nella nostra magnifica lingua?

Conclusione: il mondo appiattito sull’ indicativo non se ne è accorto ma la capacità di progettare, di indicare un possibile fra gli infiniti possibili è forse una  delle cose che ha maggior valore anche in questi amari tempi, una vera e propria ancora di salvezza. Perché dunque i progettisti non dovrebbero cercare di testimoniarlo?

Leave A Response