presS/Tletter
 

Come far crescere una sedia – design eco friendly – di Carlo Gibiino

 

Per realizzare una sedia moderna, ci sono una serie di passaggi, quali: abbattere un albero, tagliare il legno per ottenere le forme desiderate ed infine assemblare il tutto, per dare forma alla sedia. Ma questo processo è completamente fuori di testa, afferma il designer Inglese Gavin Munro 39 anni, che ha deciso di rendere il processo più semplice. Se vuoi una sedia di legno, perché non fare crescere un albero a forma di sedia? Si è chiesto il designer. Dopo aver finito i suoi studi all’Università di Leeds si sposta in California dove inizia a realizzare i primi mobili in legno e tornato nel Derbyshire. UK, incontra sua moglie Alice con la quale decidono di piantare la prima dozzina di “Chair trees” in una terra presa in prestito da un amico. All’inizio non erano sicuri che l’idea potesse funzionare, idea che egli stesso chiama una sorta di “stampa 3D zen”. In ogni caso la sua caparbietà alla fine venne premiata e oggi, dopo 10 anni dal lancio del progetto, Munro raccoglie sedie, tavoli e lampade ognuno fatto da un unico pezzo, senza incastri o giunture. Ogni pezzo viene fuori da un unico albero, piantato appositamente per questo motivo, i suoi rami vengono guidati in una forma esatta e successivamente innestate per produrre gli arredi unici che spera siano i pionieri di un nuovo metodo sostenibile, efficiente ed ecologicamente consapevole. Il processo inizia dando forma alla giovane pianta intorno a degli stampi piegandoli successivamente durante la crescita nella direzione di cui hanno bisogno bloccandoli con piccoli fermagli di plastica.

Quando i diversi rami dell’albero devono essere riuniti per formare un solido pezzo di legno, le parti della corteccia vengono rasate e allineate, in tal modo crescono di nuovo insieme. Una volta formata la forma finale, gli alberi vengono lasciati a maturare ed a ispessirsi, lasciando un pezzo di legno solido senza giunture. Il metodo è descritto come persuasivo piuttosto che manipolativo. “Gli alberi stanno crescendo e tutto quello che stiamo facendo è dare dei suggerimenti mentre crescono”, ha detto Munro. “Il trucco è quello di far crescere l’albero e modificarlo durante il processo. Questa è la sua bellezza. È così semplice “. Poiché saranno formati da un solido pezzo di legno senza giunzioni, i mobili saranno più forti, ha detto Munro. Le radici che stanno attualmente sviluppando i primi lotti saranno quindi riutilizzate ripetutamente per produrre pezzi più forti e in maniera più veloce. Per la tipica produzione di mobili di massa, gli alberi possono essere coltivati per 60 anni prima di essere tagliati, lavorati, assemblati e spediti alla loro destinazione finale, ha detto. Munro sostiene che il loro metodo è sostanzialmente più sostenibile per l’ambiente e vuole sviluppare un nuovo metodo di produzione di massa.

In realtà l’idea di Gavin Munro non è del tutto originale, già nel 1995 Richard Reames classe 1957, uno scultore di alberi e vivaista, fu l’autore di due libri uno dei quali si chiama “Come coltivare una sedia”, l’altro, con il quale coniò il termine “Arbosculpture” ovvero scultore di alberi, soluzioni per un piccolo pianeta. “Questa forma d’arte unica usa l’albero e i suoi rami che crescono per creare una varietà di forme quali sedie, panchine e svariati modelli geometrici formati da tronchi d’albero vivi. Il potere e la magia di questa arte è nella lunghezza del tempo che ogni opera rappresenta “. qualsiasi tipo di albero può essere usato, tutto quello che viene richiesto è sole, terra, acqua e una pianta.di seguito alcune immagini dei lavori di Richard Reames.

Leave A Response