presS/Tletter
 

Dialetti Architettonici: Una casa nel bosco a basso impatto ambientale in Galles – di Carlo Gibiino

 

“Rubrica con esempi di architetture auto progettate ed auto costruite nel mondo, architetture particolari, spesso intrisi di arcaismi linguistici, un linguaggio territoriale e locale che spesso molti banalizzano.” 

Questa particolare casa dei sogni è stata costruita da una famiglia in Galles in poco meno di 4 mesi e con circa 3.000 sterline inglesi.

Nonostante non avesse esperienza come carpentiere o costruttore, era determinato a costruire una casa che fosse tutt’uno con la natura, abbracciando il paesaggio intorno a lui e usando principalmente materiali riciclati. Con questa spinta etica, Simon Dale raccolse legna e rami e stese le basi per la struttura della sua dimora nei boschi.

Costruita nel 2005, la casa è incastonata nella terra, dandole l’aspetto di una casa hobbit – ma questa non è un’ode fanatica a J.R.R. Tolkien. Il design consente una maggiore efficienza energetica, mantenendo la casa calda in inverno e fresca d’estate.

Costituita su due livelli, il piano terra è un accogliente soggiorno e una camera per bambini, riscaldato con una stufa a legna, mentre il secondo piano è una camera da letto principale. Anche se la casa presenta un’estetica estremamente naturale, ha anche tutti i crismi della vita moderna, compresi i pannelli solari che forniscono energia per tutto.

Dale spera che la sua casa sarà un esempio per gli altri che vogliono vivere uno stile di vita semplice ed ecologico e progetta di continuare a costruire e perfezionare la sua visione con più case. A partire dal 2009, lui e la sua famiglia avevano lasciato la casa degli hobbit e stavano lavorando per creare il primo eco-villaggio gallese, con case a basso impatto, giardini e un granaio per le pecore. Il sito Web di Dale include informazioni di contatto per coloro che vogliono sporcarsi le mani e unirsi alla sua causa.

Foto: http://www.beingsomewhere.net/

Leave A Response