presS/Tletter
 

Benvenuti nella postverità! – di Marco Ermentini

 

Quando la metà dell’umanità è sul web il mondo diviene un’altra cosa.

È una vera rivoluzione tecnologica, sociale e antropologica con conseguenze molto rilevanti sulla nostra vita. Il nuovo libro di Maurizio Ferraris fa scorgere uno spiraglio nella nebbia contestuale in cui siamo immersi. In effetti l’ideologia che anima la postverità è l’atomismo di milioni di persone convinte di aver ragione non insieme ( come pensavamo in passato) ma da sole. Così tutti obbediamo ad un imperativo categorico: esprimiti, sii te stesso anche a costo di mostrare il peggio.

Cambiano tutti i parametri di giudizio e le vecchie merci sono sostituite dai documenti che divengono l’essenza delle organizzazioni sociali umane. Ma non è tutto perduto, a sorpresa forse la postverità non è una chiacchiera della rete ma l’essenza della nostra epoca proprio come il capitalismo costituì l’essenza dell’Ottocento e i media sono stati l’essenza del secondo Novecento. Un libro delizioso.

Leave A Response