presS/Tletter

Città della poesia di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [64] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [64] – di Davide Vargas

Beniamino Servino è mio amico. Anzi fratello minore, come scrive chiamandomi maggiore nella dedica del suo ultimo libro Vacua Forma con Verbus Editrice. Me lo regala in una mattinata dove, come ci capita ogni tanto, parliamo e ci confrontiamo. Perciò sono nelle condizioni migliori per scriverne. Posso dire quello che voglio. Beniamino disegna, e si [...]

marzo 15, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [63] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [63] – di Davide Vargas

  Prendo dalla mia libreria il bellissimo libro di Bruno Zevi: Erich Mendelsohn Opera Completa, Etas Kompass del 1970. Perché arrivi a questo volume è tutta un’altra storia legata a una specie di rievocazione dei miei viaggi giovanili sugli itinerari degli architetti che più mi colpivano. Nel 1982 sono andato a visitare le sue cose [...]

marzo 6, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [62] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [62] – di Davide Vargas

Leggo una poesia di Seamus Heaney. È il sonetto n°8 d tratto da The Haw Lantern del 1987, una raccolta che si sviluppa interamente sulla doppia polarità presenza/assenza e realtà/visione. Si capisce [anche solo dai termini] che i due poli sono legati l’uno all’altro. La poesia ruota intorno a un castagno [l’immagine di un castagno] [...]

febbraio 25, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [61] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [61] – di Davide Vargas

  Camminare per Roma significa attraversare paesaggi urbani. In genere antichi. Partiamo [plurale perché sono con mia figlia che NON è architetto] dal ghetto ebraico. È stata una bella giornata di sole ma ora nella controra nel cielo compaiono grandi nuvoloni scuri. C’è gente per strada e seduta ai tavolini dei bar. Ci ritroviamo alle [...]

febbraio 19, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [60] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [60] – di Davide Vargas

Certo, tutto questo sistema di tangenziali raccordi assi extraurbani ci facilita [forse] la vita ma ci toglie pure qualcosa. Ci si ritrova a inseguire la via più rapida e finisce che per anni non si passa più attraverso luoghi che un tempo sono stati familiari. Mi è capitato di rifare la strada che facevo per [...]

febbraio 12, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [59] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [59] – di Davide Vargas

Ogni volta che mi capita di passare dalle parti di Palazzo Gravina [la vecchia facoltà di architettura di Napoli] dentro di me succede qualcosa. Non so se è un movimento spontaneo o è la mente che lavora su fili di memoria e fa salire a galla certe sensazioni. Ma non importa. Oggi devo fare delle [...]

febbraio 5, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [58] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [58] – di Davide Vargas

Mi capita tra le mani un piccolo vecchio libro: Cento lettere di Gio Ponti. Leggo dalla prefazione di Joseph Rykwert che gli amici di Gio Ponti, tra cui lui stesso, erano fortunati. Ogni tanto trovavano nella cassetta della posta una busta con dentro un messaggio disegnato. Un’invenzione. Il libretto raccoglie le lettere dal 1949 al [...]

gennaio 31, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [57] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [57] – di Davide Vargas

  Mi capita di passare quasi ogni giorno in macchina davanti al cantiere della Stazione dell’Alta Velocità di Zaha Hadid ad Afragola. È una strada veloce ma è anche un bel cantiere. Quindi rallento, accosto nella corsia d’emergenza [non si può fare], faccio dei pensieri. È come se l’edificio crescesse portando sempre più a vista [...]

gennaio 23, 2017 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [56] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [56] – di Davide Vargas

Questo si dovrebbe chiamare DIS-NUTRIMENTO. Pare che venga gente da tutto il mondo [così dice l’assessore] per visitare la struttura natalizia installata sul lungomare di Napoli. Si chiama N’Albero e considerando i tempi medi dei lavori pubblici a Napoli e in Italia, è stato realizzato in tempi da record utilizzando il sistema a ponteggio che [...]

dicembre 18, 2016 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0

Il nutrimento dell’architettura [55] – di Davide Vargas

Il nutrimento dell’architettura [55] – di Davide Vargas

Mi è capitato di uscire dalla città in quell’ora che indugia tra la notte e il giorno. Quando i lampioni si spengono lasciando un alone intorno ai bulbi ancora caldi e il giorno tarda a mostrare la sua luce. Ma un’aura arrossa il profilo del vulcano e lascia intravedere le sagome nere delle barche. Poi [...]

dicembre 12, 2016 Davide Vargas Città della poesia di Davide Vargas, Parole 0