Ogni anno in occasione dell’otto marzo si moltiplicano le iniziative sul tema donna e architettura o sul ‘progettare al femminile’. Prescindendo dalla stucchevole disquisizione su come debbano essere chiamate le donne-architetto, che periodicamente riemerge, la domanda riguarda la specificità di approccio e i condizionamenti operativi, in quanto le differenze di genere non si limitano alla [...]