Ogni pianoforte ha dei pedali che ci possono servire a descrivere due atteggiamenti dell’architettura contemporanea. Mi spiego. Assistiamo alla solita esibizione di muscoli dell’architetto che dall’alto della sua distanza critica accademica crea il gesto teatrale caduto sulla massa dei poveri abitanti con enfasi, esagerazione e senza alcun pudore. Ecco questo modo di progettare astratto [...]